A occhi aperti

 A occhi aperti

Titolo

A occhi aperti

Autore

Mario Calabresi

Edizioni

Contrasto

Anno

2013

Formato

13 x 19 cm

Pagine

208

Prezzo

19,90 €

Copertina

Cartonata dorso telato

ISBN

9788869654558

Un libro da non perdere per chiunque voglia leggere racconti che parlano anche di fotografia e non solo sfogliare immagini; quello che Calabresi ci presenta, infatti, è un viaggio a tappe nel giornalismo (come evidenziato anche nella prefazione), le cui dieci fermate rappresentano alcune delle più importanti immagini che hanno fatto la storia dell’informazione, ed altrettanti grandi fotografi. I nomi, come si legge nella scarna, ma comunque d’impatto, copetina, sono di tutto rilievo così come le storie che vengono raccontate nel libro.

Il volume è articolato in una serie di resoconti tratti da incontri avuti da Calabresi con i vari fotografi, inframezzate dalle immagini a cui si fa cenno nella discussione; si parte con Steve McCurry che racconta dei viaggi in Asia che ne hanno definito lo stile e la vocazione, con le sue splendide Kodachrome a fare da supporto iconografico; si continua con Joseph Koudelka e le sue storie sull’invasione di Praga e sugli Zingari, poi il viaggio prosegue con Don McCullin, Elliott Erwitt e tutti gli altri, ogni sezione con splendide immagini (come c’era da aspettarsi) e con uno scritto di pari livello, ricco di aneddoti e profonde considerazioni sulla vocazione e sul mestiere del fotogiornalista.

Particolarmente toccante il paragrafo dedicato a Paul Fusco e alle sue Kodachrome scattate in occasione dell’ultimo viaggio della salma di Robert Kennedy sul treno funebre sul quale lo stesso fotografo si trovava: le immagini del popolo americano che saluta il candidato Presidente riprese dal finestrino del treno.

“A Occhi Aperti” è un libro che merita di essere presente in ogni biblioteca, ricco di spunti e riflessioni e, cosa che non dispiace, piacevole nell’impagine e nel formato; le immagini ben risaltano nella stampa anche se snono, generalmente, di piccole dimensioni.

I commenti sono chiusi.