Formato 105

Cenni Storici

Nel 1898, in piena espansione verso le masse della fotografia, Kodak introdusse la sua prima fotocamera folding, la Folding Pocket Kodak, progettata per produrre immagini in un formato molto vicino all’odierno 6×9 (5,5×8 cm). Già dal “pocket” incluso nel nome, si intuisce quale fosse lo spirito che aveva spinto alla progettazione e realizzazione di questa nuova tipologia di macchina fotografica.

Accanto alla nuova macchina venne introdotto, come d’uso a quei tempi, un nuovo formato di pellicola avvolto in rullo per il caricamento in presenza di luce che, con la successiva codifica numerica del 1913, assumerà il numero 105. La fotocamera e la relativa pellicola ebbero un notevole successo e rappresentano uno dei passaggi fondamentali per la trasformazione di Kodak nel gigante dell’industria fotografica che fu poi per quasi un secolo; la produzione fu interrotta solo nel 1915 e si stima che siano state vendute oltre 200.000 fotocamere.

Caratteristiche tecniche

Come detto, si tratta di una pellicola in rullo in grado di garantire un’autonomia di 12 pose nel formato 5,5×8 cm; la pellicola, non perforata, aveva larghezza di 6 cm ed era avvolta attorno ad una spoletta costruita inizialmente in legno e successivamente in metallo delle medesime dimensioni di quella in seguito adottata per il formato 620; la pellicola era poi protetta da una carta a tenuta di luce che consentiva di maneggiarla senza particolari precauzioni.

Fotocamere e pellicole

Il formato è strettamente legato alla sola Kodak e, in particolare alla fortunata Folding Pocket che è la principale fotocamera che ne fece uso; con l’affermarsi di successivi formati ancora più piccoli e di fotocamere più moderne che li utilizzavano, il rullo 105 subì un rapido declino e venne ritirato dal mercato poco dopo la seconda guerra mondiale, nel 1949. Le emulsioni prodotte furono esclusivamente pancromatiche in bianco e nero prodotte da Kodak e, ad oggi, non si hanno notizie di eventuali altri produttori.

Usare il formato 105 oggi

Nonostante l’origine del formato rimandi agli inizi del secolo scorso, qualora si avesse una fotocamera che accetta il formato 105, la si potrebbe utilizzare con facilità anche oggi; le dimensioni della pellicola consentono di poter utilizzare senza alcuna modifica una moderna 120, con la sola accortezza di provvedere ad una limatura delle estremità della spoletta per assottigliarle fino a coincidere con quelle del 620. In alternativa, se disponibile, si può avvolgere la pellicola 120 direttamente su un rocchetto 620 o 105.

 

 

I commenti sono chiusi.