NegativoPositivo

 negativo positivo

Titolo

NegativoPositivo

Autore

Luciano Corvaglia

Edizioni

Postcart

Anno

2011

Formato

12×20 cm

Pagine

192

Prezzo

12,50 €

Copertina

Cartoncino

ISBN

9788886795753

Confrontare un negativo con l’immagine creata dallo stampatore: questo è lo schema di fondo su cui si basa questo piacevole testo di Luciano Corvaglia, stampatore molto noto per la sua attività professionale di alto livello. NegativoPositivo è, come dice il suo sottotitolo, il diario di uno stampatore, costruito attraverso doppie immagini, una negativa ed una positiva; il libro si legge a due pagine per due: sulla sinistra, sotto all’immagine negativa, troviamo il commento di Corvaglia, generalmente molto breve, quasi un’aforisma sulla stampa. Sulla destra l’immagine così come è stata stampata, con il commento del fotografo di turno, che è a volte sull’immagine a volte proprio sulla stampa.

Questa successione incrociata, in cui lo stampatore commenta l’opera del fotografo (il negativo) dal punto di vista tecnico e il fotografo, a volte, commenta quella dello stampatore (il positivo) dal punto di vista emozionale ed estetico,si snoda lungo gran parte del corpo del libro. E le immagini sono davvero tante, predominanti in confronto al testo, il quale, tuttavia, nella sua concisione è pieno di significato e di nozioni da assimilare. Ma non è da meno, per capire qualcosa di più sullo spirito che anima lo stampatore, l’intervista allo stesso Corvaglia realizzata da Roberto Cavallini nel 2011 che si trova in apertura del libro, sette pagine dense di amore per la propria arte.

Al termine del testo, invece, troviamo due pagine in cui Corvaglia condensa una serie di consigli di base per la stampa, un chiaro invito ad approfondire e ad addentrarsi nei meandri di questa bellissima attività. D’altronde, come citato nella uarta di copertina, il negativo è come lo spartito per un musicita, e sta all’esecutore (lo stampatore) trovare lo strumento e la tecnica idonei per poterlo interpretare al meglio.

In definitiva, è un libro che sicuramente deve servire come stimolo ad approfondire le tecniche di stampa e di certo non un manuale; ma, dopo che il lettore si sarà formato sui veri manuali tecnici, anche questo potrà diventare, grazie alle dritte che Corvaglia regala, un utile vademecum per migliorarsi.

L’edizione, infine, è curata, come tutti i libri della collana Postwords, e di agevole consultazione grazie al formato ridotto.

Commenti chiusi