Pinhole Cameras DIY Guide

 Pinhole cameras

Titolo

Pinhole cameras – a Do It Yourself guide

Autore

Chris Keeney

Edizioni

Princeton Architectural Press

Anno

2011

Formato

22,5 x 16,5 cm

Pagine

191

Prezzo

19,95 $

Copertina

Cartonata dorso telato, interno spiralato

ISBN

9781568989891

Per farsi le ossa e magari preparare l’attrezzatura per il prossimo Pinhole Day, ecco un interessante manuale che può aiutarci nel trovare idee insolite per la costruzione di una nuova macchina a foro stenopeico. “Pinhole Cameras – A Do It Yourself guide” è esattamente quello che dice il titolo: un compendio di progetti per trasformare comuni oggetti (tra cui le classiche lattina e scatola di fiammiferi) in fotocamere pinhole, incluse modifiche definitive a fotocamere tradizionali (la Holga, in questo caso) o adattamenti per le moderne DSLR, con il classico tappo corpo stenopeico.

Le guide sono costruite passo a passo e complete di illustrazioni che consentono di meglio comprendere le istruzioni fornite; per ogni progetto è inclusa la dettagliata lista dei materiali necessari così come alcune note sul test e l’utilizzo di ogni apparecchio. I progetti inclusi sono i seguenti:

  • barattolo
  • scatola di scarpe
  • latta di caffè
  • scatola di sigari
  • scatolina caramelle
  • scatola fiammiferi
  • PinHolga
  • DSLR body cap

Il volume è completato da capitoli introduttivi sulla fotografia pinhole, sulla scelta dei materiali e strumenti (interessante anche il toolbox visuale posto alla fine del libro), nonchè sulle carte e negativi da utilizzare. Nella seconda parte è presente una galleria di immagini realizzate con alcuni dei modelli proposti e un interessante compendio di tips pratici e creativi.

Il libro è disponibile solamente in lingua inglese ma la ricchezza di immagini permette di avere comunque una buona comprensione del contenuto anche per chi non è ferratissimo nella lingua. Dal punto di vista estetico, la copertina in cartone rigido con dorso telato risulta di ottima fattura e di un formato che garantisce manegevolezza; molto pratico l’interno del volume, che è assemblato con spirale metallica e interamente stampato su carta molto spessa.

Sicuramente un libro molto consigliato a quanti intendano sperimentare nell’ambito pinhole: è vero che buona parte delle informazioni, e anche altre aggiuntive, possono essere facilmente reperite online a costo zero ma, quando possibile, dovremmo sempre cercare di premiare chi dedica tempo a divulgare informazioni per accrescere la nostra passione comune.

I commenti sono chiusi.