• Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on Reddit

Polaroid guida creativa completa

 

         Titolo

POLAROID, guida creativa completa

Autore

Rhiannon Adam

Edizioni

Gribaudo

Anno

2017

Formato

18 x 23,5 cm

Pagine

240

Prezzo

22,00 EUR

Copertina

 Rigida, colori

ISBN

9788858018590

L’onda della rinascita della fotografia istantanea contagia anche il settore dell’editoria e ci regala questo (comunque) bel libro che si presenta fin dalla copertina come “Il manuale che stavate aspettando” definendosi la guida creativa completa.

Tralasciando il marketing, si tratta veramente di un manuale che tenta di raccogliere in maniera organica e ragionata quelli che sono ad oggi gli strumenti e le tecniche del mestiere a disposizione dell’appassionato di fotografia istantanea, senza tralasciare una doverosa carrellata storica sugli sviluppi di questo ramo della fotografia dalle intuizioni di Edwin land fino agli ultimi sviluppi di Impossible project (Polaroid originals è rimasta fuori per un pelo!).

L’autrice è da sempre assidua utilizzatrice di materiali a sviluppo istantaneo e cerca con questo libro di trasmettere le sue conoscenze e scoperte sull’uso artistico di questi con particolare attenzione alle vecchie e ormai scadute emulsioni originali polaroid; per conoscere meglio il suo lavoro si può visitare il suo sito personale Save Polaroid. Tornando invece al libro oggetto di questa recensione, il manuale risulta strutturato in due grando sezioni dedicate la prima agli strumenti e la seconda alle tecniche creative.

La prima parte, titolata “Guida alle fotocamere e alle pellicole”, esamina in una settantina di pagine la storia e le caratteristiche delle fotocamere Polaroid, Fujifilm e Impossible sconfinando fino alle stampanti istantanee Instax e Zink e accennando anche alle proposte di Lomography, e dei relativi formati di pellicola; la lettura è interessante anche per chi già ben conosce l’argomento grazie al gran numero di fotografie che impreziosiscono il testo a spesso raffigurano pezzi rari di fotocamere e pellicole. Molto interessanti i paragrafi “cimeli polaroid” disseminati lungo il testo, che trattano di prodotti meno noti oppure ormai dimenticati come le fotocamere Captiva e i-Zone.

La seconda sezione, “Tecniche Creative”, rappresenta il vero cuore del libro e si sviluppa in circa 140 pagine ricche di descrizioni e di fotografie che affrontano i principali procedimenti creativi con cui si possono elaborare le fotografie istantanee: ve ne sono di noti, come gli emulsion lifts o i collage, ed altri meno diffusi come la creazione di maschere per le cartucce; tutti i procedimenti sono descritti in maniera puntuale con guida pass a passo composta sia da testo che da immagin esplicative, con rimandi ai materiali e tempi necessari e piccoli box di tips; la struttura è, insomma, quella tipica del libro di ricette e la scelta risulta ottima per la leggibilità e l’apprendimento rapido delle tecniche. Al lettore basta leggere e guardare le immagini, recuperare i materiali e provare a seguire i vari passaggi della “ricetta”, confrontando poi il proprio risultato con quello rappresentato nel libro. Fra le varie tecniche meritano menzione, oltre alle già citate maschere (un must da provare assolutamente), le cianotipie, la stampa in proiezione ed i mixed media; la sezione si chiude, poi, con un compendio di compatibilità delle pellicole istantanee che risulta il più completo visto circolare fino ad oggi ed è veramente utile al principiante per districarsi fra le sigle dei formati e delle fotocamere.

Per quanto riguarda il libro, l’edizione è molto curata con una copertina rigida e spessa e le pagine stampate su carta lucida che dona risalto al gran numero di immagini contenute nel volume; a quelle più descrittive si affincano un gran numero di immagini artistiche dei cui autori è riportato un indice alla fine del libro contenente i riferimenti online per approfondirne la conoscenza: anche questa parte, esterna di fatto al volume, rappresenta un plus non indifferente dandoci la possibilità di conoscere alcuni ottimi artisti impegnati nella ricerca sulla fotografia istantanea. In definitiva, resta da dire solo che è un libro altamente consigliato agli appassionati ma anche a chi si vuole avvicinare alle istantanee, una guida Polaroid pubblicata al momento giusto.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on Reddit

Commenti chiusi